Abbuffate durante le feste: come riprendere un corretto regime alimentare?

Spesso capita durante le feste di eccedere a tavola con cibi ipercalorici, brindisi e in generale introducendo nel nostro organismo un apporto calorico maggiore al reale fabbisogno giornaliero. Abbiamo chiesto al il dott. Emanuel Mian, psicologo presso il Centro Interdisciplinare Bariatria e Obesità (CIBO) degli Istituti Clinici Zucchi come comportarci per riprendere un’alimentazione corretta e rimetterci in forma senza paure o stress.

“I sensi di colpa e il timore di non ritornare in forma potrebbero spingere al digiuno, nella speranza di riuscire a perdere il peso ritenuto in eccesso. Non fatelo – continua il dott. Mian – Digiunare (ma anche togliere totalmente grassi e carboidrati dalla propria alimentazione) significa vedere ritornare entro breve tempo tutti i chili persi, più gli interessi".

Ecco alcuni consigli “nutri-comportamentali” per un corretto comportamento alimentare specialmente dopo le abbuffate delle feste:

- NON GIUNGERE AFFAMATI ALLA META. Cerchiamo, per quanto possibile, di non giungere affamati alla cena e anche quando andiamo a fare la spesa. Quest’ultimo momento, se affrontato quando si ha fame, può spingerci ad acquistare prodotti superflui, spesso ipercalorici.
- NIENTE FRETTA. Un italiano su tre soffre di lievi disturbi digestivi e dopo il periodo delle feste aumentano i casi e l’intensità di tali problematiche. Gustiamo quindi le pietanze masticando lentamente e tra una portata e l’altra concediamoci una pausa.
- UNA COSA PER VOLTA. Concediamoci un alimento alla volta e nel caso di dolci scegliamone uno solo.
- OCCHIO A ZUCCHERI, GRASSI E CONDIMENTI. Attenzione alla quantità di grassi e zuccheri ingeriti, poiché rallentano la digestione e tendono a far desiderare il pisolino. Nulla di male, ma una sana passeggiata è sicuramente meglio.
- PENSIAMO AL CIBO. Per non pensare al cibo sarebbe meglio pensarci bene. Nessun gioco di parole: per evitare preoccupazioni costanti riguardo all’alimentazione, bisogna fare in modo che esso sia pianificato. Informiamoci e programmiamo, per quanto possibile, ciò che mangeremo durante la settimana.
- NIENTE BILANCIA OGNI GIORNO. Aspettiamoci variazioni di peso settimanali se non ogni quindici giorni. E non dimentichiamoci di fare movimento e attività fisica.
- NON EVITIAMO UNA PASSIONE. Lo stomaco non è l’unico organo che possediamo. In questo momento, in cui le giornate si allungano e il tempo migliora, dedichiamoci maggiormente allo sport e a stare all’aperto.

X